Montacarichi da cantiere usati

Montacarichi da cantiere usati? Prova il noleggio!

Una strumentazione come il montacarichi risulta di fondamentale importanza in moltissimi cantieri edili, dai più modesti ai più grandi. Non si tratta di una mera questione di necessità: al di là della funzione di trasporto dei carichi pesanti in quota, il montacarichi permette di snellire il lavoro e ottimizzare le tempistiche, abbassando di conseguenza i costi di cantiere, sempre più legati alla durata operativa globale. Una soluzione quindi strategica per essere più competitivi e avere più margine di profitto. C’è tuttavia un limite spesso invalicabile all’acquisto di un montacarichi, e cioè il costo. In un periodo di incertezza come questo, comprare un montacarichi da cantiere può rivelarsi una mossa azzardata, più che un investimento. Ecco perché molti imprenditori edili e carpentieri si orientano sul mercato dell’usato. Da Subito a Ebay, esistono molte offerte per prodotti di seconda mano. Accontentarsi di un montacarichi usato riserva però diversi rischi che andremo a esaminare tra poco. E qui arriviamo all’ultima delle soluzioni, la più flessibile e sicura in assoluto: il noleggio del montacarichi da cantiere. Come funziona? Scopriamolo in questo articolo dedicato proprio ai montacarichi.

MONTACARICHI DA CANTIERE, ASCENSORE O PIATTAFORMA AEREA?

Prima di entrare nel merito della questione, occorre chiarire con precisione cosa si intende per montacarichi. La parola può indicare infatti diversi accessori, ciascuno con una diversa funzione. Vediamo nel dettaglio le differenze salienti fra l’uno e l’altro dispositivo.

  • Montacarichi → il montacarichi per antonomasia consta di una rampa di sollevamento, di una piattaforma dove posizionare il carico e di una base che ha lo scopo di sorreggere l’intera struttura. Il montacarichi si posiziona accanto all’edificio, consentendo di salire e scendere al piano desiderato e, grazie a un ponteggio, accedere all’appartamento da ristrutturare, al tetto, al terrazzo e così Il montacarichi richiede quindi nella quasi totalità dei casi un ponteggio o quantomeno una passerella di passaggio.
  • Verricello di sollevamento → un’alternativa più compatta per il sollevamento di un carico è il verricello, e cioè un motore collegato a un cavo robusto che termina con un gancio. Quest’ultimo consente di attaccare il cavo al macchinario o all’oggetto da sollevare. Il grande svantaggio è che il verricello torna utile solo per il sollevamento di oggetti e carichi fino a un peso limitato, oltre il quale bisogna passare al montacarichi, all’ascensore da cantiere o alla piattaforma.
  • Ascensore → rispetto al montacarichi, l’ascensore da cantiere è di solito più grande e più Questo è un vantaggio in termini di portata, ma può diventare un ostacolo in relazione alla dimensione dell’ascensore, e quindi alla fattibilità di installazione. Soprattutto nei centri storici italiani montare un’ascensore non è sempre possibile, il che obbliga a valutare la scelta del montacarichi, più piccolo, oppure della piattaforma aerea, più facile da gestire e utilizzare senza per questo occupare spazio in maniera permanente.
  • Piattaforma aerea → la piattaforma aerea non è altro che un montacarichi collegato a un autocarro. In questo caso abbiamo un braccio idraulico che può sollevare la piattaforma a decine di metri di altezza, portando gli operatori e le attrezzature in quota senza alcuno sforzo. Grazie al sistema di sollevamento senza conducente, è possibile spostare la piattaforma in alto o in basso anche da soli, sia in contesti industriali sia in cantieri residenziali e commerciali. Lo spazio occupato alla base potrebbe essere maggiore rispetto al montacarichi e all’ascensore, anche in virtù dei piedini di appoggio dell’autocarro. Attenzione quindi a prendere bene le misure prima di scegliere l’una o l’altra opzione. In caso di dubbio, è sufficiente contattarci senza impegno via email o per telefono.

MONTACARICHI NUOVO, USATO O A NOLEGGIO: PRO E CONTRO

ascensore da cantiere verona vicenza veneto

Capite le caratteristiche del montacarichi, dell’ascensore da cantiere e della piattaforma aerea, passiamo alle diverse alternative che si offrono all’imprenditore e in parte anche al privato. Come annunciato in apertura, chi lavora in ambito edile può decidere di comprare il montacarichi nuovo, acquistarlo usato, oppure affidarsi al noleggio. Dato che i prezzi di un montacarichi sono piuttosto alti (da 5-6 mila euro fino a 30-40 mila), la preferenza per l’usato o per il noleggio è a volte obbligatoria. Ci sono però alcune considerazioni da fare in merito all’una o all’altra scelta. In questo breve elenco di pro e contro proviamo a evidenziare alcuni punti a riguardo:

  • Montacarichi nuovo: pro e contro

Pro

  • Prodotto efficiente, mai usato, in garanzia
  • Infinita scelta di modelli per ogni esigenza
  • Il montacarichi rimane di proprietà a fine lavori
  • Possibilità di rivendere il prodotto usato in futuro

Contro

  • Montaggio e smontaggio a carico della ditta proprietaria o del privato
  • Ingombro quando il montacarichi o l’ascensore è smontato (necessità di stoccarlo da qualche parte)
  • Costi di manutenzione continui
  • Obbligo di verifica periodica certificata

 

  • Montacarichi usato: pro e contro

Pro

  • Prodotto economico, poca spesa per l’acquisto
  • Il montacarichi rimane di proprietà a fine lavori

Contro

  • Scarsa scelta di montacarichi usati in buone condizioni
  • Montaggio e smontaggio a carico della ditta proprietaria o del privato
  • Ingombro quando il montacarichi o l’ascensore è smontato (necessità di stoccarlo da qualche parte)
  • Necessità di una revisione accurata prima di usarlo
  • Sicurezza e affidabilità non sempre adeguati
  • Costi di manutenzione continui
  • Obbligo di verifica periodica certificata

 

  • Montacarichi a noleggio: pro e contro

Pro

  • Ampia scelta di montacarichi per cantieri
  • Nessuna spesa di revisione e manutenzione
  • Massima sicurezza e affidabilità
  • Montaggio e smontaggio inclusi su richiesta
  • Non richiede deposito per stoccaggio
  • Più flessibilità: se il montacarichi non è adatto si può sostituire con altro modello a seconda delle esigenze
  • Assicurazione a carico di chi offre il servizio di noleggio

Contro

  • Spesa una tantum per ogni noleggio

PER APPROFONDIRE: LE NOSTRE PAGINE DEDICATE AL NOLEGGIO

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, il noleggio di un montacarichi è per molti versi la soluzione più conveniente, soprattutto in un periodo difficile come quello che stiamo attraversando. Oggi i lavori edili di ristrutturazione sono in aumento grazie al bonus del 110, ma è anche vero che possono subire ritardi o essere annullati da un momento all’altro, anche in ragione delle scelte di mercato. Per questo è essenziale riorganizzarsi ed essere il più possibile reattivi, senza ancorarsi a vecchie logiche e senza investire più del necessario. Non è sicuramente questo il momento migliore per piani di lungo termine! Ecco perché noi di Destro Giovanni consigliamo ai nostri clienti di richiedere quantomeno un preventivo per il noleggio di montacarichi da cantiere, e nella fattispecie di piattaforme aeree o ascensori.

Con un preventivo dettagliato in mano, dove sono esposti non solo il prezzo ma anche le condizioni di noleggio, potrai renderti conto nella maniera più accurata e trasparente delle effettive opportunità che il noleggio di un montacarichi ti assicura. Va da sé che i nostri esperti sono a tua completa disposizione per discutere a voce le singole sezioni del preventivo, proponendoti i servizi di montaggio e smontaggio, trasporto in loco, conduzione dell’autocarro e tutto il necessario per un risultato all’altezza delle aspettative. Non perdere altro tempo: compila il form e ricevi in poche ore il tuo preventivo direttamente via email. E se hai bisogno di informazioni urgenti ricorda che puoi contattarci al numero di telefono 045 7640818 oppure via email all’indirizzo di posta elettronica info@destrogiovanni.it.

 

 

More from our blog: